Guida definitiva: come scegliere una stampante 3D

come scegliere una stampante 3d

Quando hai dei dubbi al momento dell'acquisto, non c'è niente di meglio che conoscere le caratteristiche più importanti e quale tipo di stampante è la migliore per ogni caso. Ed è esattamente ciò che ti mostriamo in questa guida: come scegliere una stampante 3d. Inoltre, potrai anche imparare alcuni dei primi passi dopo l'acquisto di un computer prima della prima impressione.

Cosa considerare prima di scegliere un modello

dubbi, come scegliere una stampante 3d

Prima di preoccuparti della marca e del modello della stampante 3D che stai per acquistare, La prima cosa è porsi una serie di domande capire che tipo di stampante 3d hai bisogno. Bene, queste domande essenziali sono:

  • Quanto posso investire? Se hai intenzione di acquistare una stampante 3D, sia per uso domestico che professionale, questa è una delle domande principali. C'è una gamma molto ampia di prezzi e sapere quanto denaro è disponibile per l'acquisto può ridurre il numero di tipi e modelli che hai a portata di mano. Una specie di filtro per evitare di perdere tempo con apparecchiature che non puoi permetterti e che ti porteranno a farlo stampanti 3d economiche, Oa normali stampanti 3d per la casa, e anche a stampanti 3D industriali.
  • A cosa mi serve? Altrettanto importante quanto la prima è quest'altra domanda. A seconda dell'uso per cui utilizzerai la stampante 3D, avrai bisogno di un tipo o dell'altro, all'interno del quale puoi pagare. Cioè, un altro filtro per ridurre ulteriormente le opzioni. Dalla risposta a questa domanda segue se sarà una stampante 3D per uso privato o professionale, le caratteristiche che dovrebbe avere, le dimensioni dei modelli che può stampare, ecc. Per esempio:
    • Uso domestico: È possibile utilizzare quasi tutte le tecnologie convenienti e qualsiasi tipo di materiale. Come un FDM e materiali come PLA, ABS e PET-G. Ricorda che se vuoi che entrino in contatto con cibi o bevande, devono essere materiali sicuri.
    • Oggetti per l'esterno: Può anche essere un FDM, poiché in questo caso la tecnologia non ha molta importanza, la massima priorità qui è scegliere un materiale resistente alle condizioni climatiche esterne, come l'ABS.
    • Opera: per le opere artistiche, la migliore è una stampante a resina per una finitura di qualità, con grande dettaglio. Il materiale può essere quello di cui hai bisogno.
    • Altri usi professionali: Può essere molto variabile, dalle stampanti 3D in resina, a quelle in metallo, biostampanti, ecc. Naturalmente, per la produzione su larga scala, è necessaria una stampante 3D industriale.
  • Di quali materiali ho bisogno? Ad esempio, se è per uso domestico, potresti desiderare che crei oggetti decorativi o figure, quindi qualsiasi plastica potrebbe funzionare. Tuttavia, se hai intenzione di usarli per preparare piatti, tazze e altri utensili per mangiare, ne avrai bisogno plastica per alimenti. O forse ne hai bisogno per un'azienda per stampare nylon, bambù, o forse metallo o materiale sanitario ... Naturalmente, un altro fattore da considerare è la disponibilità di tali materiali e i costi nei fornitori.
    • Tecnologia di stampa? Metto questo punto come sottopunto del precedente poiché il tipo di tecnologia di stampa determinerà i materiali con cui la tua stampante 3D può lavorare. Pertanto, a seconda del materiale necessario, è possibile scegliere tra il diverse tecnologie confrontando i pro ei contro di ciascuna. Ad esempio, se hai bisogno di maggiore precisione e migliori finiture, ecc.
    • Per i principianti: Per le persone che stanno iniziando nel mondo della stampa 3D, i migliori materiali con cui iniziare sono PLA e PET-G. Sono molto comuni e facili da trovare e non sono delicati come altri durante il processo di stampa.
    • Fascia media: per gli utenti che hanno già iniziato e desiderano qualcosa di meglio, possono optare per PP, ABS, PA e TPU.
    • Per utenti avanzati: mentre per l'uso professionale si può optare per PPGF30 o PAHT CF15, metal, e tanti altri.
    • OFP (programma di filamento aperto): È importante scegliere un produttore che abbia una politica OFP. I vantaggi sono molto importanti, poiché ti permetterà di utilizzare facilmente filamenti di terze parti. Questo può aiutare a risparmiare sui materiali di consumo, scegliere tra una maggiore varietà di filamenti e senza dover effettuare impostazioni manuali per altri filamenti che non sono originali, ma sono compatibili. Inoltre, a volte le regolazioni non danno la certezza che i risultati siano buoni come l'originale.
    • Altro: Valuta se il modello risultante necessita di una post-elaborazione e se disponi degli strumenti giusti per questo.
  • Per quale sistema operativo? Che si tratti di una stampante per uso privato o per uso professionale, è importante determinare quale sistema operativo viene utilizzato sul PC che verrà utilizzato. La stampante acquistata deve essere compatibile con il tuo sistema operativo (macOS, Windows, GNU/Linux).
  • Compatibilità STL? Molte stampanti accettano file binari STL/ASCII STL direttamente, ma non solo. I moderni hanno smesso di accettarlo, poiché è un formato più obsoleto, anche se c'è ancora un software che continua a usarlo. È importante sapere se sarà necessario stampare da questo formato .stl o da un altro.
  • Avrò bisogno del servizio clienti/supporto tecnico? È molto importante scegliere sempre un marchio che disponga di un buon servizio post vendita o di un buon Supporto Tecnico per risolvere eventuali problemi che potresti avere con la tua stampante 3D. Questo diventa ancora più importante quando si parla di uso professionale, poiché un problema tecnico irrisolto significa perdita di produttività in azienda. Inoltre, assicurati che dispongano di supporto tecnico nel tuo paese e che forniscano servizi nella tua lingua.
  • Mantenimiento: se l'apparecchiatura necessita di una manutenzione speciale e periodica, il prezzo di tale manutenzione, le risorse necessarie (strumenti, personale qualificato necessario, tempo,...), ecc. Questo forse non è così importante in una stampante 3D per privati, ma è per uso professionale o industriale.
  • Ho bisogno di extra? È probabile che, per tue specifiche esigenze, avrai bisogno anche di una stampante con alcuni extra aggiuntivi, come un touch screen (multilingua) dove puoi vedere e gestire i parametri del processo di stampa, connettività WiFi/Ethernet per essere in grado di gestirlo da remoto, supporto per multifilamento (e quindi poter stampare in più colori contemporaneamente, anche se in alternativa ci sono anche bobine di filamento multicolor), slot per schede SD o porte USB per stampare senza collegamento a un PC , eccetera.
  • Ho lo spazio giusto? Per motivi di sicurezza, è importante tenere conto dell'ambiente in cui verrà installata la stampante 3D. Ad esempio, che non ci siano materiali infiammabili nel caso di utilizzo di stampanti 3D dove si genera calore, o di essere in un luogo ventilato nel caso di resina o altri prodotti che possono generare fumi tossici, ecc.
    • Aperto o chiuso? Alcune stampanti economiche hanno una camera di stampa aperta, che consente di vedere il processo in modo più diretto. Invece, potrebbero essere una cattiva idea per le case in cui ci sono minori o animali domestici che potrebbero distruggere il modello, toccare la resina tossica o bruciarsi durante il processo. In questi casi, per sicurezza, soprattutto in quelli industriali, la cosa migliore è con cabina chiusa.

Con questo Dovresti già avere un'idea più chiara di ciò di cui hai veramente bisognoe ora potresti continuare a vedere come scegliere la migliore stampante 3D per le tue esigenze.

Come scegliere la migliore stampante 3D a filamento e le sue caratteristiche tecniche:

Una volta che sai che tipo di stampante ti serve e la fascia di prezzo a cui puoi adattarti, la prossima cosa è confrontare i modelli che rientrano in quella fascia e sapere come scegliere la migliore stampante 3D. Per questo, dovrai scrutare le caratteristiche tecniche di ciascuno:

Risoluzione

stampanti 3d ad alta risoluzione

Come si può vedere nell'immagine, c'è la stessa figura stampata in 3D con risoluzioni diverse, dalla peggiore risoluzione a sinistra alla migliore a destra. È ovvio che migliore è il Risoluzione e precisione della stampante 3D, più ottimale sarà il risultato e più liscia sarà la superficie.

La risoluzione può essere variata nelle impostazioni, ma sempre entro i limiti supportati dalla stampante 3D. Infatti, per velocizzare il processo di stampa 3D, è possibile utilizzare una bassa risoluzione.

Quando vedi le specifiche tecniche di un modello di stampante 3D, devi indicare quale risoluzione massima raggiunta (a volte indicato come altezza Z). Minore è il numero di micrometri, maggiore è la risoluzione. In generale, le stampanti 3D tendono a passare da 10 micron a 300 micron di altezza dello strato. Ad esempio, una stampante 10 µm può fare dettagli fino a 0.01 mm, mentre il livello di dettaglio sarà inferiore se la stampante è di 300 micron (0.3 mm). 

Velocità di stampa

velocità di stampa

A seconda della tecnologia di stampa e del modello di stampante 3D, è possibile ottenere più o meno velocità di stampa. Maggiore è la velocità, più velocemente il modello finirà di stampare. Attualmente puoi trovare stampanti che vanno da 40 mm/s a 600 mm/s, e anche di più nel caso di stampanti industriali, come la HP Jet Fusion 5200 che può stampare 4115 cm3/h. Si consiglia di scegliere una velocità minima di almeno 100 mm/s, ovvero di generare volumi ad una velocità di 100 millimetri al secondo.

Ovviamente, maggiore è la velocità di stampa e più modelli possono essere elaborati contemporaneamente, maggiore sarà il costo dell'attrezzatura. Tuttavia, in caso di uso industriale, compensa tale investimento per poterlo fare migliorare la produttività.

Area di costruzione (Volume di stampa)

volume della stampante 3D

Un altro fattore importante sarebbe determinare qual è il dimensione del modello stampato ciò che è necessario Alcuni possono essere solo di pochi centimetri e altri molto più grandi. Sulla base di ciò, quando si fa riferimento all'area di costruzione, dovrebbe essere scelta una stampante più grande o più piccola.

El il volume di stampa viene solitamente misurato in centimetri o pollici. Ad esempio, alcuni per uso domestico misurano solitamente circa 25x21x21 cm (9.84×8.3×8.3″). Tuttavia, ci sono dimensioni inferiori a quelle cifre e anche superiori. Ad esempio, una delle stampanti 3D più grandi del mondo può creare oggetti stampati da 2.06 milioni³.

Iniettore

estrusore stampante 3d

Quando si parla di stampanti 3D per estrusione o deposizione, una delle parti più importanti nella scelta è l'iniettore del materiale. Alcuni vantaggi dipenderanno da questo, inclusa la risoluzione. Questa parte è composta da altre parti essenziali:

Suggerimento giusto

È un pezzo chiave, dal momento che è responsabile della fusione del filamento per temperatura. La temperatura raggiunta dipenderà dai tipi di materiali accettati dalla stampante 3D e dalla sua potenza. Inoltre, questi componenti di solito hanno un dissipatore di calore e un sistema di raffreddamento ad aria attivo per prevenire il surriscaldamento.

Nell'immagine precedente potete vedere questa parte in oro, di forma quadrata, proprio tra l'involucro nero che fa da isolante termico e il dissipatore rosso.

Ugello

Quest'altra parte è filettata alla punta calda, come puoi vedere nell'immagine, così come altri 5 pezzi di ricambio. È l'apertura della testina di stampa 3D da dove esce il filamento fuso. È un pezzo che può essere realizzato in ottone, acciaio temprato, ecc. Esistono diverse dimensioni (misurate in millimetri di diametro, ad esempio: lo standard 0.4 mm):

  • Una punta con un'apertura più ampia può ottenere velocità di stampa più elevate e una migliore adesione degli strati. Tuttavia, avrà anche una risoluzione inferiore. Ad esempio, quelli da 0.8 mm, 1 mm, ecc.
  • I suggerimenti con aperture più piccole sono più lenti, ma consentono dettagli o risoluzione migliori. Ad esempio, 0.2 mm, 0.4 mm, ecc.

estrusore

El l'estrusore si trova sull'altro lato della punta calda, ed è quello che si occupa dell'estrusione del materiale fuso, e comprende diverse parti della "gola" o percorso che fa il materiale fuso. Puoi trovarne diversi tipi:

  • Diretto: In questo sistema, il filamento viene riscaldato su una bobina e dei rulli lo spingono verso l'ugello, passando attraverso la camera di fusione ed uscendo dall'apertura.
  • Bowden: in questo caso il riscaldamento avviene in una fase precedente, in prossimità del rotolo di filamento, e il materiale fuso viene fatto passare attraverso un tubo che lo porta all'ugello.

Fonte: https://www.researchgate.net/figure/Basic-diagram-of-FDM-3D-printer-extruder-a-Direct-extruder-b-Bowden-extruder_fig1_343539037

Ognuno di questi metodi di estrusione ha i suoi vantaggi e svantaggi:

  • Diretto:
    • Vantaggi:
      • Migliore estrusione e retrazione.
      • Motori più compatti.
      • Gamma più ampia di filamenti.
    • Svantaggi:
      • Più peso sulla testa, che può portare a movimenti meno precisi e altri problemi.
  • per tubo:
    • Vantaggi:
      • Accendino.
      • Veloce
      • Migliora la precisione.
    • Svantaggi:
      • Ci sono meno tipi di filamenti compatibili con questo metodo. Ad esempio, gli abrasivi non possono passare attraverso il tubo.
      • Hai bisogno di più distanza di retrazione.
      • Motore più grande.

Letto caldo

letto caldo

Non tutte le stampanti 3D hanno un letto riscaldato, anche se possono essere acquistate separatamente. Questo supporto o base è su cui viene stampato il pezzo, ma ha una particolarità rispetto alle basi o ai letti freddi. Ed è quello si riscalda per evitare che la parte perda temperatura durante il processo di stampa, ottenendo una migliore adesione tra gli strati.

Non tutti i materiali hanno bisogno di questo elemento, ma alcuni come nylon, FIANCHI, ABS, ecc., hanno bisogno di un letto riscaldato affinché gli strati aderiscano correttamente. Altri materiali come PET, PLA, PTU, ecc., non necessitano di questo elemento e utilizzano una base fredda (o il letto caldo è opzionale).

Per quanto riguarda il materiale del piatto, i due più comuni sono alluminio e vetro. Ognuno di loro con i suoi pro e contro:

  • Cristal: Di solito sono realizzati in borosilicato resistente al calore. È più facile da pulire e più resistente alla deformazione, quindi avrai una superficie di base molto più liscia. Tuttavia, il problema che hai è che ci vorrà più tempo per riscaldarsi e potrebbe essere necessario utilizzare qualcosa in più per migliorare l'adesione.
  • alluminio: È un ottimo conduttore termico, quindi si riscalda rapidamente. Inoltre, ha una buona adesione. D'altra parte, può essere graffiato e deformato nel tempo, quindi dovrebbe essere sostituito.
  • Copertine: Esistono anche altri materiali che possono essere posizionati su letti in alluminio o vetro. Ad esempio piastre da incasso, PEI, ecc.
    • costruito: Ha una buona adesione, ma la sua superficie si danneggia abbastanza facilmente se non si presta attenzione.
    • PEI: questo tipo di lastre di materiale sono più resistenti delle precedenti e hanno anche una buona adesione. Lo svantaggio è che i primi strati possono attaccarsi in modo tale che potresti avere problemi in seguito quando tenti di rimuoverli.

Ventilador

ventola per stampante 3D

Poiché la stampante 3D a filamento e altre tecnologie richiedono una fonte di calore fonde il materiale, alcune zone della testa si riscaldano notevolmente. Pertanto, è importante disporre di un buon sistema di raffreddamento per cercare di mantenere la temperatura controllata. E per questo ci sono i fan delle stampanti 3D.

ci sono di diverse dimensioni e tipologie e, in generale, tutte le stampanti 3D hanno sistemi di raffreddamento in base alle esigenze del modello. Ma se la temperatura è troppo alta (misurata sulla sonda del sensore termico della testa dell'estrusore), dovresti considerare l'aggiornamento a un sistema migliore. Per evitare questa spesa aggiuntiva, dai un'occhiata ai dettagli relativi a questa parte della tua futura stampante.

Fotocamera integrata

fotocamera integrata nella stampante 3d

Questo può anche essere inteso come un extra, anche se sta diventando sempre più comune per streamer o youtuber che registrano sessioni di stampa 3D per creare tutorial, per mostrare come hanno creato un pezzo, o quei fantastici timelapse che si possono vedere online.

Queste fotocamere possono essere incluse in alcuni modelli di serie, ma nella maggior parte dei casi dovranno esserlo compralo in autonomia. Alcuni utenti ne installano anche diversi per ottenere video da diverse prospettive o per acquisire immagini da varie angolazioni.

Montato o da montare (kit di montaggio)

Kit di montaggio Prusa 3D

Dovresti anche tenere a mente se vuoi il stampante 3d completamente finita, per poterlo utilizzare dal momento in cui fai l'unboxing, oppure se ti piace il fai da te e hai domani per queste cose e vorresti montarlo tu stesso con uno dei kit che vendono.

Quelli già assemblati sono solitamente un po' più costosi, ma evitano di doverli assemblare da soli. Il kit di montaggio sono un po' più economici, ma avrai del lavoro extra da fare. Inoltre, in molti casi non c'è l'opzione kit, ma vendono direttamente la macchina completa, come nel caso dell'industriale e di altre marche per uso privato.

Come scegliere la migliore stampante 3D: casi particolari

Marche di stampanti 3d

Nella sezione precedente mi sono concentrato soprattutto su quelli con filamenti. ma esistono alcuni casi particolari per cui dovresti anche sapere come scegliere la migliore stampante 3D:

Stampanti 3D in resina

Naturalmente, alcune delle cose dette per la stampante 3D a filamento si applicano anche a queste altre, come il problema della velocità di stampa o della risoluzione. Tuttavia, queste altre stampanti mancano di alcune parti, come l'ugello, il letto riscaldato, ecc. Per tale motivo, se la tua scelta è una stampante in resinaDovresti considerare questi altri punti:

  • Fonte per la mostra: Possono essere laser, LED, schermi LCD per un'esposizione più rapida, ecc., come ho già spiegato nel Articolo sui tipi di stampante 3D.
  • Copertura del filtro UV: è molto importante che siano ricoperti, non solo per via dei vapori che possono essere sprigionati dalla resina, ma anche perché sono materiali fotosensibili e possono essere polimerizzati con i raggi UV. Ecco perché deve essere bloccato, per evitare l'esposizione in zone in cui il materiale non deve indurire.
  • Sostituzione della pellicola FEP: Dovrebbe avere un design per facilitare il cambio di questa pellicola molto importante per la stampante 3D.
  • Binario dell'asse Z: Deve essere di alta qualità, ben calibrato, per evitare possibili deviazioni durante la stampa.
  • Rilevamento coperchio aperto: Alcuni includono un sistema di rilevamento che interrompe la stampa quando rilevano che il coperchio è stato aperto.
  • Elementi aggiuntivi: Date le caratteristiche di queste stampanti 3D in resina, è importante che gli accessori comprendano un raschietto, serbatoio resina, carta livellante, guanti, imbuto per versare la resina, ecc.

In genere, questi tipi di stampanti avranno a migliore qualità finitura rispetto al filamento, con superfici molto più lisce, con maggiore precisione e minore necessità di post-elaborazione.

Biostampanti 3D

Condividono anche somiglianze con quelli della resina o del filamento, poiché possono essere basati sulle stesse tecnologie. Invece, lo sei biostampanti Hanno anche altre particolarità da considerare:

  • Biocompatibilità: devono sostenere materiali idonei per usi medici, come impianti protesici, impianti dentali, tutori, protesi, tessuti o organi viventi, ecc.
  • Isolamento e sterilizzazione: Quando si lavora con questo materiale molto sensibile, è importante che la stampante 3D abbia un buon isolamento per evitare la contaminazione o mantenere una buona sterilizzazione.

Stampanti 3D industriali

Le stampanti 3D industriali o per uso professionale Possono anche essere realizzate in filamento o resina, oppure basate su tecnologie simili alle stampanti 3D per uso privato. Pertanto, molti dei punti sopra citati sono applicabili anche a loro. Ma ci sono alcune differenze:

  • Doppio estrusore: alcuni includono un doppio estrusore per stampare con il doppio del materiale o con due colori contemporaneamente. Altri consentono anche la stampa multipla, ovvero la creazione di più pezzi contemporaneamente.
  • Grande volume di stampa (XYZ): In generale, le stampanti 3D industriali tendono ad avere dimensioni considerevolmente maggiori, e ciò consente anche di guadagnare in termini di volume di stampa, potendo creare parti più grandi. In generale, i produttori indicano solitamente queste dimensioni in base alla lunghezza in cui possono far crescere il modello nell'asse X, nella Y e nella Z, ovvero larghezza, profondità e altezza.
  • Sistema antismarrimento: Non è lo stesso perdere un'impressione in un caso particolare che in un'azienda, dove la perdita è molto più problematica (a maggior ragione se si tratta di un modello in cui si lavora da molte ore o giorni). Per questo motivo molte stampanti 3D industriali dispongono di sistemi anti-smarrimento che evitano questo inconveniente.
  • Monitoraggio e gestione a distanza: alcune stampanti supportano il monitoraggio del processo (con telemetria o telecamere) e la gestione remota. Ad esempio, dalla stessa rete wireless, ecc.
  • Sicurezza: Queste macchine devono comprendere anche tutti gli elementi o sistemi di protezione necessari affinché gli operatori non subiscano incidenti. Ad esempio ci sono quelli con sistemi di filtraggio HEPA e/o filtri a carboni attivi nelle loro cabine per impedire agli operatori di inalare vapori dannosi per la salute, schermi di protezione per prevenire ustioni, tagli, ecc., durante il processo, arresto di emergenza ecc.
  • Sensori e controllo: Molte volte è anche importante avere dati sulle condizioni del processo di stampa, come temperatura, umidità relativa, ecc.
  • UPS o UPS: gruppi di continuità in modo che la stampa non si interrompa in caso di blackout o interruzione di corrente, rovinando il pezzo.

A volte è anche probabile che ogni settore industriale abbia bisogno di proprie caratteristiche peculiari e a stampante 3D esclusiva.

Quanto costa una stampante 3D?

calcolatrice euro

La domanda su quanto costa una stampante 3D è molto comune. Ma non ha una risposta semplice, poiché dipende molto dal tipo di tecnologia, dalle caratteristiche e persino dal marchio. Tuttavia, puoi lasciarti guidare da questi intervalli approssimativi:

  • FDM: da 130€ a 1000€.
  • SLA: da 500€ a 2300€.
  • DLP: da € 500 a € 2300.
  • SLS: da € 4500 a € 27.200.

Servizio di stampa (alternativa)

servizio di stampa 3D

Dovresti sapere che ce ne sono diversi servizi di stampa 3D online, in modo che si occupino di stampare il modello che gli invii e di inviarti il ​​risultato tramite corriere all'indirizzo da te scelto. Cioè, un'alternativa all'avere la tua stampante 3D. Questo potrebbe essere utile nei casi in cui si desidera solo una stampa occasionale, per la quale non vale la pena acquistare l'attrezzatura, o per alcuni casi in cui è necessaria una parte specifica che è possibile solo con un modello di stampante industriale costoso.

Servizi e costi

un po ' servizi conosciuti e consigliati sono:

  • Materialise
  • Proto-laboratorio
  • Innova3D
  • stampanti
  • createc3d
  • craftcloud3D
  • Mercato dell'esperienza 3D
  • Xometria
  • scultore

Per quanto riguarda i costi, non tutti i servizi sono ugualmente trasparenti nel modo in cui vengono calcolati i prezzi, ma generalmente si basano sulla somma di:

  • Costo del materiale scelto: include sia il pezzo stesso che il materiale extra necessario se sono necessari supporti). Varia anche in base alla risoluzione e alla velocità scelte.
  • lavoro: include spese come il tempo impiegato dall'operatore per la stampa, la pulizia, lo smistamento, la finitura, l'imballaggio, ecc.
  • Altri costi: si aggiungono anche altre spese per l'energia consumata, per compensare i costi di manutenzione delle apparecchiature, licenze software, compenso per il tempo in cui la macchina è tenuta occupata e non può produrre altri lavori (soprattutto quando un'unità o pochi), ecc.
  • Spese di spedizione: quanto costa inviare l'ordine all'indirizzo fornito. Normalmente viene effettuato tramite un'agenzia di trasporto in subappalto, sebbene alcuni servizi possano disporre di una propria flotta di veicoli per le consegne.

Come funzionano?

La modo di operare di questi servizi è solitamente molto semplice:

  1. Raramente questi servizi di stampa 3D progettano il modello da soli, quindi è necessario inviarli file (.stl, .obj, .dae,...) nel formato che accettano. Questo file ti verrà richiesto durante il processo di ordinazione, insieme ai tuoi dati personali.
  2. Seleziona il materiale, tecnologia di stampa, finitura (lucidatura, verniciatura, controllo qualità o controllo qualità delle parti finite per eliminare i difetti e altri trattamenti post-stampa) e altri parametri di stampa. Dovresti sapere che alcuni servizi potrebbero non accettare una singola unità e un minimo di copie cartacee (10, 50, 100,...) è richiesto per essere redditizio.
  3. Ora il budget verrà calcolato in base al modello e ai parametri scelti. E te lo mostrerà il prezzo.
  4. Se accetti e aggiungilo al carrello, e una volta finito, si occuperanno di produrlo.
  5. Poi ti verrà inviato all'indirizzo che hai scelto, generalmente entro 24-72 ore. Alcuni servizi hanno la spedizione gratuita se superi un determinato importo.

Vantaggi e svantaggi

Naturalmente, questi servizi hanno i suoi pro e contro:

  • Vantaggi:
    • Non hanno bisogno di fare un investimento in attrezzature o materiali di stampa.
    • Zero manutenzione, poiché se ne occupa la società di servizi.
    • Accesso a stampanti 3D avanzate e veloci che potresti non essere in grado di permetterti.
    • Ampia gamma di materiali tra cui scegliere, poiché questi servizi di solito hanno diversi tipi di stampanti industriali.
  • Svantaggi:
    • Non è redditizio per la stampa frequente, poiché a lungo termine l'acquisto della propria stampante 3D verrà ammortizzato.
    • Se si tratta di un prototipo che ha una sorta di IP o è sotto segreto, non è un'opzione.

Come scegliere il miglior servizio di stampa 3D?

Proprio come quando scegli un copisteria per la stampa Realizzi le tue carte in base al prezzo, alla qualità, al tipo di carta accettata, al colore, ecc., Ci sono anche alcuni fattori a cui dovresti prestare attenzione. Non è così semplice entrare nella pagina web del servizio e fare clic.

a scegli il miglior servizio di stampa 3D per la tua custodia:

  • materiali: Dovresti cercare quel servizio che ti permetta di stampare sul materiale giusto. Questo dipenderà da cosa vuoi che il pezzo. Ad esempio, probabilmente ne hai bisogno per gioielli e vuoi che sia fatto d'oro, o forse lo userai per il cibo e deve essere sicuro, o per un aereo e deve essere leggero, o anche un pezzo di ricambio per un vecchio motore e devono resistere all'attrito e alle alte temperature. Esistono servizi specifici per uso professionale, che sottopongono i pezzi a severi controlli affinché siano conformi alle specifiche meccaniche e chimiche. Altri servizi possono essere più economici e soddisfare coloro che desiderano stampare un oggetto per divertimento.
  • Certificazioni, licenza, privacy e riservatezza:
    • È importante che se sarà un componente di qualsiasi sistema o macchina, superi gli standard stabiliti per quel componente. Ad esempio, lo standard ISO:9001 o altri dall'UE. Ci sono anche alcuni servizi che si riservano il diritto di escludere modelli con certi certificati, come ITAR per la fabbricazione di componenti per la difesa o per uso militare.
    • Quando carichi un file con il modello da stampare, molti servizi presuppongono che tu abbia accettato una licenza non esclusiva, quindi avrebbero il diritto di continuare a stampare il tuo modello per terzi. Se non vuoi che ciò accada, dovresti cercare un servizio che ti permetta di firmare un accordo di riservatezza.
    • Inoltre, alcuni progettisti di parti hanno anche bisogno di firmare contratti con clausole di riservatezza e privacy per impedire alla concorrenza di copiarlo, o di inviare loro copia del file con il modello che gli hai inviato. Ne hai bisogno? Potete garantire il servizio?
  • Capacità di produzione in batch e scalabilità: Alcune piccole aziende possono produrre solo un piccolo numero di parti. D'altra parte, alcuni grandi hanno diverse stampanti 3D, essendo in grado di produrre 1000 o più parti in un periodo di tempo. È importante scegliere un servizio in grado di soddisfare la domanda di parti e, anche se è necessario produrne di più, può assumere quella produzione extra.
  • Tempo: non tutti hanno la stessa velocità di produzione, alcuni possono averla in un giorno, altri rischiano di impiegare più tempo. Se hai bisogno dei risultati con urgenza, meglio rivolgersi a servizi che garantiscono più velocemente.
  • Prezzo: Naturalmente, essere in grado di permettersi i costi è un fattore importante, e lo è anche confrontare i servizi per utilizzare quello più economico.

Come installare una stampante sul computer

installare una stampante 3D

Non esiste una procedura generica per installare qualsiasi modello di stampante 3D. Pertanto, è meglio leggere il manuale della stampante per maggiori dettagli, o il wiki o la documentazione nel caso in cui si tratti di una stampante 3D open source. Tuttavia, la procedura generica che si adatta alla stragrande maggioranza consiste in questi passaggi:

Le stampanti 3D di solito vengono fornite con l'host e il software necessario (o ne consentono il download) nella maggior parte dei casi. Alcuni includono schede di memoria SD multi-gig con tutto il necessario per l'installazione.
  1. Collega la stampante al PC utilizzando Cavo USB (o rete).
  2. Tu devi avere Controller per il tuo modello di stampante 3D per il tuo sistema operativo (GNU/Linux, macOS, Windows,...), poiché non funzionerà con i driver USB per altri dispositivi. Per esempio:
  3. Alcune stampanti includono un software chiamato Repetier-Host, altri devono installare software di terze parti. Ad esempio, come il software gratuito Repetier. Grazie a questo software potrai aggiungere modelli alla coda di stampa, ridimensionarli, duplicarli, dividerli in fette, controllare la stampante 3D collegata al tuo PC, variare i parametri e generare un file con il modello da stampare il formato esatto accettato dalla tua stampante. , come G-Code.
  4. Installa il file software per la progettazione o la modellazione CADIe alcuni software di stampa 3D.
  5. Quando si stampa la parte, caricare prima il filamento o la resina sulla tua stampante.
  6. Al primo avvio, dovresti calibrare il letto (maggiori informazioni qui).

La stampante 3D dovrebbe funzionare. se non lo fai, controllalo:

  • La stampante 3D è accesa.
  • La stampante 3D è collegata al PC.
  • Se hai scelto la porta giusta.
  • Hai configurato i parametri di velocità (baud) corretti.
  • Se sei ben connesso alla rete (se è sulla rete).

Come stampare la tua prima parte

stampa la prima parte 3D

Ora che la tua stampante 3D è installata e dovrebbe funzionare, è il momento di eseguire la tua prima stampa 3D di prova. Per fare ciò, stampa qualcosa di molto semplice, solo per verificare che funzioni bene. puoi usare un Ciao mondo! u Ciao mondo!, che non è altro che una semplice e piccola figura geometrica, come un cubo di 20x20x20mm. Se la forma e le dimensioni sono corrette, la stampante è OK.

Prima di stampare, ricordarsi di farne due Passaggi precedenti molto importante:

  • Riscaldamento: l'estrusore deve essere ad una temperatura adeguata per la fusione del filamento, che di solito è superiore a 175ºC. Se la temperatura non è adeguata, può generare guasti nella parte da stampare.
  • livellamento del letto: Il piano della stampante o la piattaforma devono essere livellati. Questo può essere fatto manualmente o automaticamente. Questo è importante affinché il pezzo cresca dritto e in modo che il primo strato aderisca bene al letto.

Per quanto riguarda i passaggi per stampare un modello 3D, sono molto simili a quelli che segui per stampare su carta con una stampante convenzionale:

  1. Dal software dove si trova il disegno 3D del modello che si vuole stampare.
  2. Fare clic sull'opzione Stampa o in alcuni programmi potrebbe trovarsi nella sezione Invia a stampante 3D.
  3. Configura i parametri di stampa.
  4. Stampa! È tempo di essere pazienti, perché potrebbe volerci...

Questo passaggio può variare leggermente in ogni software, ma in ogni caso non è complicato.

Riciclare la plastica della stampante 3D

ricicla la stampante 3d di plastica

Hai stampato un pezzo che non ti serve più, forse una stampa era finita a metà o era difettosa, hai del filamento avanzato,... Se ti succede qualcosa, dovresti sapere che La plastica della stampante 3D può essere riciclata?. Per farlo, hai diverse possibilità:

  1. Usare un Nessun prodotto trovato. così, o simili il filastruder, filabot, FilFil EVO, Estrusore pellet V4, ecc., per utilizzare tutti gli avanzi e creare da soli un nuovo filamento riciclato.
  2. Riutilizza le parti che non ti servono più per altri scopi. Ad esempio, immagina di aver stampato una tazza che non usi più, potresti farne un altro uso come una penna. O forse hai stampato un teschio cavo e vuoi trasformarlo in un vaso di fiori. Qui dovrai dare sfogo alla tua immaginazione...
  3. Trasforma un oggetto deforme in una scultura d'arte astratta. Alcune impressioni falliscono e di conseguenza lasciano forme curiose. Non buttarli via, dipingili e trasformali in un ornamento.
  4. Le bobine di filamento esaurito e le stesse lattine di resina possono anche essere riciclate in un punto di riciclaggio adeguato o riutilizzate per altri scopi.

È possibile convertire la stampante 3D in CNC?

La risposta rapida è sì, è possibile trasformare una stampante 3D in una macchina CNC. Ma la procedura può variare molto a seconda del tipo di stampante e anche del tipo di utensile CNC che si desidera utilizzare (fresatura, foratura, taglio...). Inoltre, da HWLIBRE lo sconsigliamo, poiché può invalidare la garanzia o rendere inutilizzabile la tua stampante.

da ejemplo, immagina di voler fare la fresatura superficiale, per questo dovrai montare un motore elettrico con relativo alimentatore sulla testa della stampante 3D al posto dell'estrusore. Esistono anche supporta questo tipo di progetti pronti per la stampa. Sull'albero motore, dovrai usare una punta da fresare o una punta da trapano, e il resto sarà inviare un processo di stampa con il disegno che vuoi intagliare alla tua stampante, e la testa si muoverà per disegnarlo, con la differenza che invece di aggiungere strati di materiale, il motore inciderà il disegno sul legno, sulla lastra di metacrilato o altro...

Ulteriori Informazioni


Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.