cos'è l'energia reattiva? Tutto quello che devi sapere

energia reattiva

La energia reattiva È un concetto sconosciuto a molti, ma che può essere di grande interesse. Soprattutto se stai cercando di risparmiare qualcosa sulla bolletta elettrica di casa o aziendale. In effetti, l'hai sicuramente visto riflesso nella tua bolletta energetica e l'hai trascurato.

Quando si analizza questa energia reattiva, è un termine che implica reti sinusoidali, armoniche, effetto joule dalla rete, ecc. Concetti un po' strani per la maggior parte degli utenti che non sanno di cosa stanno parlando. Ma qui puoi capire in modo semplice di cosa si tratta.

Cos'è l'energia reattiva?

schema di potenza reattiva

Quando si parla di rete elettrica si può parlare di energia totale, che è l'apparente. Questa è la somma di due energie, o in altre parole, può essere scomposta in due diversi tipi di energie:

  • Energia attiva: è quello che diventa davvero lavoro (o calore). Cioè, quello che le macchine stanno effettivamente utilizzando e rimangono connesse alla rete. Ad esempio quello che consuma i fornelli, la luce, la televisione, gli elettrodomestici, ecc. Si misura in kWh.
  • Energia reattiva: Quest'altra energia fantasma non viene consumata per uso pratico. In questo caso si misura in kVArh (kilovolt-ampere reattivi per ora). È associato a dispositivi che utilizzano bobine, come macchine industriali, tubi fluorescenti, pompe, motori elettrici, ecc.

Forse ti starai chiedendo che se l'energia reattiva non viene consumata, allora perché? Alla fine ti addebitano sulla bolletta della luce. Il motivo è che, sebbene non debba essere prodotto, deve essere trasportato, poiché va e viene nella rete consumando 50 volte al secondo (le reti europee in corrente alternata funzionano a 50Hz). Ciò produce variazioni nell'intensità elettrica dei circuiti, innescando sovraccarichi nelle linee dei trasformatori e nei generatori. Pertanto, è necessario neutralizzarlo o compensarlo.

Questo fa sì che compagnie energetiche devono fare maggiori investimenti in apparecchiature di generazione, e in linee con maggiore capacità di distribuzione, nonché trasformatori per il trasporto e la trasformazione di questa energia reattiva. Tutti questi costi vengono fatturati anche per l'energia reattiva.

Si può eliminare questo costo?

contatore elettrico, consumo

Secondo le normative spagnole, se il consumo di potenza reattiva è superiore al 33% dell'energia attiva consumata, quindi pagherai circa 4.15 cent per kVArh. Se invece fosse superiore al 75% dell'energia attiva consumata, salirebbe a circa 6.23 centesimi di euro per kVArh.

Al fine di ridurre o compensare i costi dell'energia reattiva, a banco di condensatori. Per fare ciò, dovresti contattare un tecnico e controllare i budget, poiché deve essere un prezzo controllato che compensi ciò che stai per risparmiare. Se quello che stai per risparmiare è inferiore ai costi di installazione, allora non compenserà ... In generale, compensa e in breve tempo puoi restituire l'investimento.

Questi banchi di condensatori non solo evita fastidiose sanzioni Grazie a questa energia reattiva, consentono anche di stabilizzare il segnale di rete e la qualità della fornitura, quindi tutti i tuoi dispositivi collegati lo apprezzeranno. Annullano l'energia inutile richiesta dalla rete elettrica e migliorano il fattore di potenza.

Su il funzionamento è molto semplice ed efficiente. Queste apparecchiature utilizzano un regolatore che interpreta i segnali inviati dalle apparecchiature ausiliarie e determina la potenza reattiva che deve essere compensata in ogni momento. Sulla base di questo, ordinerà una serie di azioni (passi di condensatori che collegherà o disconnetterà secondo necessità) per contrastare.

Come si può vedere nel video, deve essere collegarsi al pannello generale dell'impianto della tua azienda o casa. Il tecnico sarà in grado di eseguire questo montaggio in sicurezza e analizzerà anche le esigenze di ogni cliente per regolare l'installazione per offrire i migliori risultati.

Questi banchi di condensatori risparmiano davvero?

Sì, questi elementi riescono a compensare abbastanza bene quell'energia reattiva, riducendo questo concetto della tua bolletta. a 0 €. Pertanto, pagherai solo per l'energia attiva, che stai effettivamente consumando per qualcosa di utile. Inoltre, eviterete anche l'IVA corrispondente all'energia reattiva. Pertanto, il risparmio annuale può essere considerevole. Molto di più nelle aziende.

Quali sono le migliori marche?

Se sei interessato ad acquistare uno di questi banchi di condensatori affinché un elettricista li installi per te, dovresti conoscerne alcuni le migliori marche:

  • Schneider Electric
  • Cydesa
  • Circolatore

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.