Filamenti per stampanti 3D e resina

filamenti per stampanti 3D

I toner e le cartucce d'inchiostro sono i materiali di consumo delle stampanti 2D, tuttavia, il Il 3D ha bisogno di altri materiali di consumo diverso: i materiali per la produzione additiva. Anche se questa guida è rivolta soprattutto a filamenti per stampanti 3Dsarà anche curato altri materiali per la stampa 3D, come resine, metalli, compositi, ecc. In questo modo potrai conoscere meglio quali tipi di materiali hai a portata di mano, le proprietà di ciascuno di essi, con i loro vantaggi e svantaggi, oltre a vedere alcuni consigli di acquisto.

I migliori filamenti per stampanti 3D

Se vuoi acquistarne un po' i migliori filamenti per stampanti 3d, ecco alcuni consigli con un ottimo rapporto qualità prezzo:

Filamento tipo PLA GEEETECH

Questa bobina di filamento per stampante 3D in materiale PLA è disponibile in 12 diversi colori tra cui scegliere. Si tratta di un mulinello da 1.75 mm di diametro, compatibile con la maggior parte delle stampanti FDA, e 1 kg di peso. Inoltre, darà una finitura molto liscia, con un'elevata precisione di tolleranze fino a 0.03 mm.

SUNLU PLA

È un altro dei grandi marchi di filamenti per stampanti 3D. Anche questo di tipo PLA, spessore 1.75 mm, un chilogrammo di bobina, e con a tolleranza ancora migliore rispetto al precedente, solo ±0.02 mm. Per quanto riguarda i colori, li hai disponibili in 14 diversi (e abbinati).

Itamsys Ultem PEI

È una bobina di a termoplastico ad alte prestazioni, come PEI o polieterimmide. Un materiale eccellente se cerchi resistenza, stabilità termica e capacità di resistere all'autopulizia del vapore. È anche 1.75 mm e ha tolleranze di 0.05 mm su o giù, ma 500 grammi.

Itamsys Ultem ritardante di fiamma

Un altro rotolo di filamento per stampante 3D di questo stesso terriccio e del peso di mezzo chilo. È anche un PEI, ma con particelle metalliche integrate, che rendono questo materiale termoplastico ignifugo per applicazioni ad alte prestazioni. Un materiale che può essere interessante anche per il settore veicolare e aerospaziale.

GIANTARM tipo PLA

Si tratta di una confezione da 3 bobine, ciascuno del peso di 0.5 kg. Anche 1.75 mm di spessore, di qualità, con tolleranze di 0.03 mm, con fino a 330 metri di filamento per bobina, e adatto per stampanti 3D e penne 3D. La grande differenza è che è disponibile nei colori dei metalli preziosi: oro, argento e rame.

MSNJ PLA (legno)

Quest'altra bobina di PLA da 1.75 mm o 3 mm (a scelta), con 1.2 kg di peso, e tolleranze di finitura comprese tra -0.03 mm e +0.03 mm sulla superficie ideale, questo prodotto è ideale per lavori artistici. E questo perché lo hai in colori che simuleranno il legno giallo, legno di palma e legno nero.

AMOlen PLA (legno)

Un filamento da 1.75 mm, di PLA, e di ottima qualità, ma disponibile in colori molto esotici, come legno rosso, legno di noce, legno di ebano, ecc. Tuttavia, non solo imita questi colori, ma il polimero include il 20% di fibre di vero legno.

SUNLU TPU

Una bobina di filamenti di materiale per stampanti 3D TPU cioè materiale flessibile (come custodie per cellulari in silicone). Ogni bobina pesa 500 grammi, indipendentemente dal colore scelto tra i 7 disponibili. E ovviamente non è tossico e rispettoso dell'ambiente.

SUNLU TPU

Se vuoi un'alternativa a quanto sopra, anche realizzato in TPU flessibile, ma con colori più vividi, puoi anche selezionare quest'altra bobina. Inoltre, questa azienda ha migliorato la precisione di 0.01 mm rispetto alla precedente. Ogni bobina è di 0.5 grammi e di altissima qualità.

eSUN ABS+

Un filamento per stampante 3D tipo ABS+, di 1.75 mm, con una precisione dimensionale di 0.05 mm, peso di 1 Kg, e disponibile in due colori, bianco freddo e nero. Un filamento molto resistente alle crepe e alla deformazione, anche all'usura e al calore, e adatto anche per l'ingegneria.

Smartfil HIPS

Disponibile in tonalità nera e in due diametri tra cui scegliere, come 1.75 mm e 1.85 mm. Ogni bobina è di 750 grammi, con materiale FIANCHI che ha caratteristiche simili all'ABS, ma con meno deformazioni, oltre ad ammettere la carteggiatura e la verniciatura con colori acrilici. Possiede inoltre ottime proprietà meccaniche, molto richieste nel settore industriale, e può essere utilizzato come supporto dissolvendosi facilmente in D-limonene.

Questo marchio, SmartFil, è specializzata in filamenti avanzati, con proprietà superiori a quelle usuali.

FontierFila Pack 4x multimateriale

Puoi anche acquistare questa confezione da 4 filamenti per stampanti 3D da 1.75 mm di spessore e 250 grammi per bobina, per un totale di 1 kg tra tutti. La cosa buona è che hai quattro tipi di materiale per iniziare e testare le caratteristiche di ciascuno: nylon bianco, PETG trasparente, Flex rosso e HIPS neri.

TSYDSW Con fibra di carbonio

Se stai cercando qualcosa di leggero, avanzato e resistente, questo filamento per stampante è PLA, ma include anche fibra di carbonio. Disponibile in 18 colori tra cui scegliere, in bobine da 1 kg con un diametro di 1.75 mm.

Fibra di carbonio FJJ-DAYIN

Bobine di filamento per stampanti 3D disponibili in 100 grammi, 500 grammi e 1 kg. Con colore nero, spessore 1.75 mm, e con una miscela di materiali come acrilonitrile butadiene stirene (ABS) e 30% fibra di carbonio come rinforzo.

Forma Futura Apollox

Un mulinello in colore bianco di ABS e 0.75 kg di peso. est il filamento è ad alte prestazioni, per uso professionale come l'ingegneria. È resistente agli agenti atmosferici e anche ai raggi UV. Ha una buona resistenza al calore e ha le certificazioni FDA e RoHS.

MANIGLIA NEXBERG

Questi filamenti per stampanti 3D provengono da ASA, cioè da acrilonitrile stirene acrilato, un termoplastico con alcuni vantaggi rispetto all'ABS, come la sua resistenza ai raggi UV e la bassa tendenza all'ingiallimento. Inoltre, sono bobine da 1 kg di filamento, 1.75 mm di diametro, e disponibili in bianco e nero.

Filamento di pulizia eSUN

Un filamento di pulizia, come questo, è un tipo di filamento che può essere utilizzato per pulire l'ugello dell'estrusore, prevenire l'intasamento e anche rimuovere i detriti quando si passa da un tipo di materiale all'altro o quando si cambia colore. Ha un diametro di 1.75 mm ed è venduto in bobina da 100 grammi.

eSUN PA

Bobina da 1 kg e spessore 1.75 mm, con colori naturali bianco e scuro tra cui scegliere. Questo filamento è realizzato in nylon, quindi è una fibra sintetica senza tossicità o impatto sull'ambiente. Alcuni rulli usano a 85% nylon e il resto PA6, insieme al 15% fibra di carbonio, che conferisce maggiore forza, rigidità e tenacità.

Le migliori resine per stampanti 3D

Nel caso tu stia cercando materiali di consumo per la tua stampante 3D in resina, hai anche queste barche consigliate:

ELEGOO LCD UV 405 nm

Fotopolimero in resina grigia per stampanti 3D con lampada UV LCD e compatibile con la maggior parte delle stampanti XNUMXD. tipo resina LCD e DLP. Disponibile in 500 grammi e 1 kg e disponibile in rosso, nero, verde, beige e traslucido.

LCD ANYCUBIC UV 405nm

ANYCUBIC è un delle migliori marche in stampa 3D, e ha questa fantastica resina in vasetti da 0.5 o 1 Kg, con diversi colori tra cui scegliere. Funziona con la maggior parte delle stampanti Lampada LCD 3D e DLP. Inoltre, i risultati saranno eccezionali.

Standard SUNLU

Un resina di qualità e compatibile con la maggior parte delle stampanti 3D di resina. Compatibile con stampanti LCD e DLP, UV 405 nm, polimerizzazione rapida, peso di 1 kg per lattina e disponibile in colori come bianco, nero e rosa-beige.

ELEGOO LCD UV 405nm simile all'ABS

Questo altro fotopolimero standard del famoso marchio ELEGOO è disponibile anche in vasetti da 0.5 e 1 kg, con vari colori tra cui scegliere. Compatibile con la maggior parte delle stampanti DLP e LCD e con una finitura simile alle proprietà dell'ABS, ma nelle stampanti 3D in resina.

RICORRERE

Disponibile nelle misure da 0.5 kg e 1 kg, una elastico in resina nera F80, con elevato allungamento e resistenza alla rottura, è anche molto resiliente, il che apre un gran numero di possibili applicazioni. Compatibile con MSLA, DLP e LCD.

Materiali per la stampa 3D: quali materiali utilizzano le stampanti 3D

metallo stampato

Nella sezione raccomandazioni di filamenti e resine per stampanti 3D, ci siamo concentrati sui soliti materiali che vengono utilizzati frequentemente dai privati, e anche su alcuni più avanzati per uso professionale. Tuttavia, ci sono molti più materiali che possono essere utilizzati con le stampanti 3D e dovresti conoscerne le proprietà.

In ciascuno dei materiali vedrai una breve descrizione di cosa sia questo materiale e un elenco di proprietà identico a questo:

  • Rompere lo sforzo: si riferisce alla sollecitazione che un materiale può sopportare prima di deformarsi considerevolmente.
  • rigidità: è la resistenza alle deformazioni elastiche, cioè se ha bassa rigidità sarà un materiale elastico, se ha rigidità elevata sarà poco malleabile. Ad esempio, se hai bisogno di un migliore assorbimento degli urti e flessibilità, dovresti cercare qualcosa con una bassa rigidità come PP o TPU.
  • Durabilità: si riferisce alla qualità o alla durata del materiale.
  • temperatura massima di servizio: MST è la temperatura massima a cui un materiale può essere sottoposto senza perdere le prestazioni come isolante termico.
  • Coefficiente di dilatazione termica (dilatazione): misura la variazione di volume o lunghezza di un materiale in risposta alle variazioni di temperatura. Se ha un grado elevato, non funzionerà per applicazioni come righelli o pezzi che devono mantenere le loro dimensioni a qualsiasi temperatura, oppure si espanderanno e saranno imprecisi o non si adatteranno.
  • densità: quantità di massa in relazione al volume, mentre più denso può essere più solido e consistente, ma perde anche leggerezza. Ad esempio, se vuoi che il materiale galleggi, dovrai cercare qualcosa con una densità inferiore.
  • Facilità di stampa: indica quanto è facile o difficile stampare con tale materiale.
  • temperatura di estrusione: la temperatura necessaria per fonderlo e stamparlo.
  • letto riscaldato richiesto: Indipendentemente dal fatto che tu abbia bisogno o meno di un letto riscaldato.
  • temperatura del letto: la temperatura ottimale del letto riscaldato.
  • Resistenza ai raggi UV: se resiste ai raggi UV, come l'esposizione al sole senza deteriorarsi.
  • Impermeabile: resistenza all'acqua, ad immergerlo o esporlo alle intemperie, ecc.
  • Solubile: Alcuni materiali si dissolvono in altri, il che può essere positivo in alcuni casi.
  • Resistenza chimica: è la resistenza della superficie del materiale al deterioramento causato dalle condizioni del suo ambiente.
  • Resistenza alla fatica: Quando un materiale è sottoposto a un carico periodico, la resistenza alla fatica indicherà ciò che il materiale è in grado di sopportare senza cedere. Immaginate ad esempio di creare un pezzo che deve essere piegato durante l'uso, perché un materiale a bassa resistenza potrebbe cedere o rompersi con 10 piegature, altri possono sopportarne migliaia e migliaia...
  • Applicazioni (esempio di utilizzo): un esempio pratico di cosa potrebbe essere utilizzato.

Filamenti

materiali per stampanti 3d

Ce ne sono molti tipi di filamenti per stampanti 3D a base di polimeri (e ibridi), alcuni atossici, ecologici, biodegradabili (da alcuni creati dalle alghe, a quelli dalla canapa, amidi vegetali, oli vegetali, caffè, ecc.), riciclabili, e senza fine di molto diversi proprietà.

Quando scegli, dovresti prendere in considerazione diversi fattori:

  • Tipo di materiale: Non tutte le stampanti 3D accettano tutti i materiali, è importante scegliere quella compatibile. Inoltre, dovresti tenere a mente le proprietà (vedi sottosezioni con le proprietà di ciascuno) di ciascun materiale per sapere se si adatta all'applicazione che gli darai.
  • Diametro del filamento: i più comuni, e quelli con la maggiore compatibilità, sono 1.75 mm, anche se esistono altri spessori.
  • Utilizzare: per i principianti il ​​migliore è PLA o PET-G, per uso professionale PP, ABS, PA e TPU. È anche importante considerare se li utilizzerai per scopi medici, per contenitori o utensili per uso alimentare (non tossici), o per essere biodegradabili, ecc.

Alcuni dei più usati lo sono:

PLA

PLA è l'acronimo di acido polilattico in inglese (acido polilattico), ed è uno dei materiali più frequenti ed economici per la stampa 3D. Questo perché è buono per una moltitudine di applicazioni, è economico ed è facile da stampare. Questo polimero o bioplastica ha proprietà simili al polietilene tereftalato e viene utilizzato per molte applicazioni.

  • Rompere lo sforzo: alto
  • rigidità: alto
  • Durabilità: medio-basso
  • temperatura massima di servizio: 52°C
  • Coefficiente di dilatazione termica (dilatazione): sotto
  • densità: Media alta
  • Facilità di stampa: Media alta
  • temperatura di estrusione: 190 – 220ºC
  • letto riscaldato richiesto: facoltativo
  • temperatura del letto: 45-60 ° C
  • Resistenza ai raggi UV: corto
  • Impermeabile: corto
  • Solubile: corto
  • Resistenza chimica: corto
  • Resistenza alla fatica: corto
  • Applicazioni (esempio di utilizzo): La maggior parte delle parti e delle figure stampate in 3D sono realizzate in PLA.

Significato ABS e ABS+

El L'ABS è un tipo di polimero, in particolare una plastica acrilonitrile-butadiene-stirene.. È un materiale altamente resistente agli urti e utilizzato nei settori industriale e domestico per molte applicazioni. Questo termoplastico amorfo ha anche una versione migliorata, nota come ABS+.

  • Rompere lo sforzo: metà
  • rigidità: metà
  • Durabilità: alto
  • temperatura massima di servizio: 98°C
  • Coefficiente di dilatazione termica (dilatazione): alti, anche se resistono molto bene al calore
  • densità: medio-basso
  • Facilità di stampa: alto
  • temperatura di estrusione: 220 – 250ºC
  • letto riscaldato richiesto: Sì
  • temperatura del letto: 95 – 110ºC
  • Resistenza ai raggi UV: corto
  • Impermeabile: corto
  • Solubile: corto
  • Resistenza chimica: corto
  • Resistenza alla fatica: corto
  • Applicazioni (esempio di utilizzo): I pezzi di LEGO, Tente e altri giochi di costruzione sono realizzati con questo materiale e molte parti di automobili. Viene anche utilizzato per realizzare flauti di plastica, alloggiamenti per televisori, computer e altri elettrodomestici.

FIANCHI

El Materiale HIPS, o Polistirene ad alto impatto (chiamato anche PSAI) È un altro dei materiali più utilizzati nelle stampanti 3D. È una variante dei polistireni, ma è stata migliorata in modo che non sia così fragile a temperatura ambiente, mediante l'aggiunta di polibutadiene, che migliora anche la resistenza agli urti.

  • Rompere lo sforzo: corto
  • rigidità: molto alto
  • Durabilità: Media alta
  • temperatura massima di servizio: 100°C
  • Coefficiente di dilatazione termica (dilatazione): sotto
  • densità: metà
  • Facilità di stampa: metà
  • temperatura di estrusione: 230 – 245ºC
  • letto riscaldato richiesto: Sì
  • temperatura del letto: 100 – 115ºC
  • Resistenza ai raggi UV: corto
  • Impermeabile: corto
  • Solubile: Sì
  • Resistenza chimica: corto
  • Resistenza alla fatica: corto
  • Applicazioni (esempio di utilizzo): Utilizzato per realizzare componenti di automobili, giocattoli, rasoi usa e getta, tastiere e mouse per PC, articoli per la casa, telefoni, imballaggi di prodotti lattiero-caseari, ecc.

PET

El polietilene tereftalato o PET (polietilentereftalato) È un tipo di polimero plastico molto comunemente usato della famiglia dei poliesteri. Si ottiene dalla reazione di policondensazione tra acido tereftalico e glicole etilenico.

  • Rompere lo sforzo: metà
  • rigidità: metà
  • Durabilità: Media alta
  • temperatura massima di servizio: 73°C
  • Coefficiente di dilatazione termica (dilatazione): sotto
  • densità: metà
  • Facilità di stampa: alto
  • temperatura di estrusione: 230 – 250ºC
  • letto riscaldato richiesto: Sì
  • temperatura del letto: 75 – 90ºC
  • Resistenza ai raggi UV: corto
  • Impermeabile: Buona
  • Solubile: No
  • Resistenza chimica: Buona
  • Resistenza alla fatica: Buona
  • Applicazioni (esempio di utilizzo): È ampiamente utilizzato per contenitori per bevande, come bottiglie per acqua o bibite, sebbene di recente siano stati promossi contenitori privi di PET, poiché è un materiale che può essere alquanto tossico per la salute. Parte del PET riciclato viene utilizzato anche per realizzare abiti in fibra di poliestere.

Nylon o poliammide (PA)

El nylon, poliammide o nylon (il nylon è un marchio registrato), è un tipo di polimero sintetico che appartiene al gruppo delle poliammidi. Ha iniziato ad essere utilizzato nell'industria tessile perché è elastico e molto resistente, oltre a non necessitare di stiratura.

  • Rompere lo sforzo: Media alta
  • rigidità: medio, è abbastanza flessibile
  • Durabilità: molto alto, molto resistente agli urti e alle temperature
  • temperatura massima di servizio: 80 – 95ºC
  • Coefficiente di dilatazione termica (dilatazione): media altezza
  • densità: metà
  • Facilità di stampa: alto
  • temperatura di estrusione: 220 – 270ºC
  • letto riscaldato richiesto: Sì
  • temperatura del letto: 70 – 90ºC
  • Resistenza ai raggi UV: corto
  • Impermeabile: Buona
  • Solubile: No
  • Resistenza chimica: corto
  • Resistenza alla fatica: alto
  • Applicazioni (esempio di utilizzo): oltre all'abbigliamento, viene utilizzato anche per realizzare manici di spazzole e pettini, fili per canne da pesca, serbatoi di benzina, alcune parti meccaniche per giocattoli, corde per chitarra, cerniere, pale di ventagli, suture in chirurgia, bracciali per orologi, per flange, ecc. .

ASA

ASA sta per Acrilonitrile Stirene Acrilato., un termoplastico amorfo con alcune somiglianze con l'ABS, sebbene sia un elastomero acrilico e l'ABS sia un elastomero butadiene. Questo materiale è più resistente ai raggi UV rispetto all'ABS, quindi può andare bene per pezzi che saranno esposti al sole.

  • Rompere lo sforzo: metà
  • rigidità: metà
  • Durabilità: alto
  • temperatura massima di servizio: 95°C
  • Coefficiente di dilatazione termica (dilatazione): media altezza
  • densità: medio-basso
  • Facilità di stampa: Media alta
  • temperatura di estrusione: 235 – 255ºC
  • letto riscaldato richiesto: Sì
  • temperatura del letto: 90 – 110ºC
  • Resistenza ai raggi UV: alto
  • Impermeabile: corto
  • Solubile: No
  • Resistenza chimica: corto
  • Resistenza alla fatica: corto
  • Applicazioni (esempio di utilizzo): molte plastiche per dispositivi utilizzate all'esterno provengono da ASA, anche la montatura degli occhiali da sole, alcune plastiche per piscine, ecc.

PET-G

Questo tipo di filamento è anche un termoplastico popolare nella stampa 3D e nella produzione additiva. PETG è un poliestere glicole, che unisce alcuni dei vantaggi del PLA come la facilità di stampa con la resistenza dell'ABS. È una delle materie plastiche più utilizzate al mondo e molte delle cose che ci circondano sono realizzate con essa.

  • Rompere lo sforzo: metà
  • rigidità: medio-basso
  • Durabilità: Media alta
  • temperatura massima di servizio: 73°C
  • Coefficiente di dilatazione termica (dilatazione): sotto
  • densità: metà
  • Facilità di stampa: alto
  • temperatura di estrusione: 230 – 250ºC
  • letto riscaldato richiesto: Sì
  • temperatura del letto: 75 – 90ºC
  • Resistenza ai raggi UV: corto
  • Impermeabile: alto
  • Solubile: No
  • Resistenza chimica: alto
  • Resistenza alla fatica: alto
  • Applicazioni (esempio di utilizzo): utilizzato anche per astucci simili a quelli del PET, come bottiglie di plastica, bicchieri, bicchieri e piatti, contenitori di prodotti chimici o detergenti, ecc.

PC o policarbonato

El PC o policarbonato È un termoplastico molto facile da modellare e lavorare, per dare la forma che desideri. È ampiamente utilizzato oggi e ha proprietà eccellenti, come la sua resistenza termica e la sua resistenza agli urti.

  • Rompere lo sforzo: alto
  • rigidità: metà
  • Durabilità: alto
  • temperatura massima di servizio: 121°C
  • Coefficiente di dilatazione termica (dilatazione): corto
  • densità: metà
  • Facilità di stampa: metà
  • temperatura di estrusione: 260 – 310ºC
  • letto riscaldato richiesto: Sì
  • temperatura del letto: 80 – 120ºC
  • Resistenza ai raggi UV: corto
  • Impermeabile: corto
  • Solubile: No
  • Resistenza chimica: corto
  • Resistenza alla fatica: alto
  • Applicazioni (esempio di utilizzo): per bottiglie di acqua minerale, fusti, coperture in architettura, agricoltura (serre), giocattoli, forniture per ufficio come penne, righelli, CD e DVD, custodie per prodotti elettronici, filtri, scatole da trasporto, scudi antisommossa, veicoli, stampi per pasticceria ecc.

Polimeri ad alte prestazioni (PEEK, PEKK)

PEEK, o polietere-etere-chetone, è un materiale di grande purezza e basso contenuto di COV o composti organici volatili, nonché a basse emissioni di gas. Inoltre, ha ottime proprietà ed è un termoplastico semicristallino ad alte prestazioni per uso professionale. Esiste una variante della famiglia chiamata PEKK, che è più efficiente, con una struttura diversa, poiché invece di 1 chetone e 2 eteri ha 2 chetoni e 1 etere.

  • Rompere lo sforzo: alto
  • rigidità: alto
  • Durabilità: alto
  • temperatura massima di servizio: 260°C
  • Coefficiente di dilatazione termica (dilatazione): corto
  • densità: metà
  • Facilità di stampa: corto
  • temperatura di estrusione: 470°C
  • letto riscaldato richiesto: Sì
  • temperatura del letto: 120 – 150ºC
  • Resistenza ai raggi UV: Media alta
  • Impermeabile: alto
  • Solubile: No
  • Resistenza chimica: alto
  • Resistenza alla fatica: alto
  • Applicazioni (esempio di utilizzo): cuscinetti, parti di pistoni, pompe, valvole, isolamento dei cavi degli anelli di compressione e isolamento dei sistemi elettrici, ecc.

Polipropilene (PP)

El polipropilene È un polimero termoplastico molto comune, e parzialmente cristallino. Si ottiene dalla polimerizzazione del propilene. Ha buone proprietà termiche e meccaniche. È incluso negli elastomeri termoplastici o TPE, come Ninjaflex e simili.

  • Rompere lo sforzo: corto
  • rigidità: basso, è molto flessibile e morbido
  • Durabilità: alto
  • temperatura massima di servizio: 100°C
  • Coefficiente di dilatazione termica (dilatazione): alto o alto
  • densità: corto
  • Facilità di stampa: medio-basso
  • temperatura di estrusione: 220 – 250ºC
  • letto riscaldato richiesto: Sì
  • temperatura del letto: 85 – 100ºC
  • Resistenza ai raggi UV: corto
  • Impermeabile: alto
  • Solubile: No
  • Resistenza chimica: corto
  • Resistenza alla fatica: alto
  • Applicazioni (esempio di utilizzo): Può essere utilizzato per giocattoli, paraurti, bombole e serbatoi di carburante, contenitori per alimenti resistenti al microonde o al congelatore, tubi, fogli, profili, custodie e custodie per CD/DVD, tubi per microcentrifuga da laboratorio, ecc.

Poliuretano termoplastico (TPU)

El TPU o poliuretano termoplastico È una variante dei poliuretani. È un tipo di polimero elastico e non richiede vulcanizzazione per la lavorazione, come altre di queste plastiche. È un materiale abbastanza nuovo, essendo stato introdotto per la prima volta nel 2008.

  • Rompere lo sforzo: medio-basso
  • rigidità: basso, grande flessibilità ed elasticità e morbido
  • Durabilità: alto
  • temperatura massima di servizio: 60 – 74ºC
  • Coefficiente di dilatazione termica (dilatazione): alto o alto
  • densità: metà
  • Facilità di stampa: metà
  • temperatura di estrusione: 225 – 245ºC
  • letto riscaldato richiesto: no (facoltativo)
  • temperatura del letto: 45 – 60ºC
  • Resistenza ai raggi UV: corto
  • Impermeabile: corto
  • Solubile: No
  • Resistenza chimica: corto
  • Resistenza alla fatica: alto
  • Applicazioni (esempio di utilizzo): le famose cover in silicone degli smartphone sono per lo più realizzate con questo materiale (almeno quelle flessibili). Viene anche utilizzato per rivestire cavi flessibili, tubi e tubi flessibili, nell'industria tessile, come rivestimento di alcune parti come pomelli delle portiere dei veicoli, leve del cambio, ecc., suole di scarpe, ammortizzazione, ecc.

Resine per fotopolimerizzazione

resine per stampanti 3D

stampanti 3D che usano la resina, al posto dei filamenti, come DLP, SLA, ecc., hanno bisogno di un liquido resinoso per creare gli oggetti. Inoltre, proprio come con i filamenti, c'è molta varietà tra cui scegliere. Tra le categorie principali ci sono:

  • Standard: sono resine trasparenti, come i colori bianco e grigio, anche se esistono anche altre tonalità come blu, verde, rosso, arancio, marrone, giallo, ecc. È ottima per creare prototipi o per piccoli gadget per uso casalingo, ma non vanno bene per creare prodotti finali dove è necessaria una maggiore qualità o per usi professionali. Il positivo è che hanno buone finiture in termini di levigatezza, ti permettono di dipingerle. Possono andare bene per giocattoli o figurine artistiche.
  • mammut: non sono molto frequenti, anche se le finiture di queste superfici non sono tutte male. Come suggerisce il nome, queste resine sono progettate per stampare pezzi di dimensioni davvero grandi.
  • Trasparente: Sono abbastanza diffusi per l'uso domestico e anche per la produzione industriale poiché le persone amano le parti trasparenti. Queste resine sono resistenti all'acqua, ideali per piccoli oggetti, di grande qualità, superfici lisce e rigide.
  • Difficile: Questi tipi di resine sono molto apprezzati dai professionisti, ad esempio per le applicazioni ingegneristiche, poiché hanno proprietà più interessanti rispetto a quelle standard. Inoltre, come suggerisce il nome, sono più duri o più robusti.
  • alto dettaglio: È un po' diverso dalla normale stereolitografia, poiché viene utilizzato in stampanti 3D più avanzate come la PolyJet. Funziona iniettando getti molto fini a strati sulla piattaforma di stampa ed esponendoli ai raggi UV per indurire. Il risultato è una superficie perfetta, con il massimo livello di dettaglio, anche se si tratta di dettagli minuziosi.
  • grado medico: Queste resine sono utilizzate per usi medici, come la creazione di impianti come impianti dentali personalizzati, ecc.

Vantaggi e svantaggi della resina

Per quanto riguarda i vantaggi e gli svantaggi della resina, davanti ai filamenti, abbiamo:

  • Vantaggi:
    • Risoluzioni migliori
    • Processo di stampa veloce
    • Parti robuste e durevoli
  • Svantaggi:
    • Più costoso
    • non così flessibile
    • qualcosa di più complesso
    • I vapori o il contatto con essi possono essere pericolosi, poiché alcuni sono tossici
    • Il numero di modelli disponibili è inferiore a quelli del filamento

Come scegliere la resina giusta

Quando scegli la resina giusta Per la tua stampante 3D, dovresti guardare i seguenti parametri:

  • Resistenza alla trazione: questa caratteristica è importante se il pezzo deve resistere a forze di trazione ed è richiesto un pezzo durevole.
  • Allungamento: Se necessario, la resina dovrebbe dare pezzi in grado di allungarsi senza rompersi, anche se la flessibilità non è delle migliori.
  • Assorbimento dell'acqua: Se il pezzo ha bisogno di resistere all'acqua, dovresti osservare le caratteristiche che la resina che hai acquisito ha a questo proposito.
  • Finitura di qualità: queste resine consentono finiture lisce, ma non tutte hanno la stessa qualità, come abbiamo visto nelle tipologie. Dovrai sapere se preferisci una resina più economica o una più costosa con dettagli elevati.
  • Durabilità: È importante che i disegni siano resistenti e durino a lungo, soprattutto se utilizzati per custodie e altri tipi di pezzi simili.
  • Trasparenza: se hai bisogno di pezzi trasparenti, dovresti stare lontano da resine di tipo mammut o grigio/standard.
  • costi: le resine non sono economiche, ma c'è una vasta gamma di prezzi tra cui scegliere, tra alcune un po' più convenienti e altre più avanzate e costose. Dovrai valutare quanto vuoi spendere e scegliere quella più adatta al tuo budget.

Altri materiali

parti della stampante 3d in metallo

Naturalmente, fino ad ora abbiamo esaminato i materiali utilizzati principalmente in casa, anche se alcuni che potrebbero essere utilizzati per uso professionale o industriale sono stati dettagliati. Tuttavia, ci sono altri materiali speciali per applicazioni molto specifiche e che possono utilizzare solo le stampanti 3D più avanzate e costose utilizzate nelle aziende.

Stucchi (metallo, legno,...)

Ci sono anche materiali di consumo di riempimento, principalmente di fibre di legno e metallo. Di solito sono stampanti 3D per uso industriale, e con sistemi un po' più avanzati, soprattutto metallici. Anche questi materiali di consumo non sono facili da trovare, poiché sono destinati all'uso professionale.

compositi

I compositi o resine composite Sono materiali sintetici mescolati in modo eterogeneo per formare composti. Ad esempio, plastica o fibre rinforzate con vetro, nonché le stesse fibre di vetro, Kevlar, zylon, ecc. Per quanto riguarda le loro applicazioni, possono essere utilizzati per creare parti molto leggere e resistenti, e anche per il motorsport, l'aviazione, il settore aerospaziale, giubbotti antiproiettile e altri usi militari, ecc.

materiali ibridi

Questi tipi di materiali si combinano composti organici e inorganici migliorare le proprietà dei materiali utilizzati nella sua composizione, facendo in modo che entrambi si completino a vicenda e nascano sinergie. Possono avere applicazioni molto svariate, come l'ottica, l'elettronica, la meccanica, la biologia, ecc.

Ceramica

Esistono stampanti 3D che possono utilizzare la ceramica, come nel caso della allumina (ossido di alluminio), nitruro di alluminio, zirconite, nutriente di silicio, carburo di silicio, ecc. Un esempio di queste stampanti 3D è il Cerambot, che ha anche un prezzo accessibile per l'uso domestico, tra gli altri modelli industriali. Questi tipi di materiali hanno ottime proprietà termiche, chimiche ed elettriche (isolanti), motivo per cui vengono utilizzati per l'industria elettrica, aerospaziale, ecc.

Materiali solubili (PVA, BVOH…)

I materiali solubili, come suggerisce il nome, sono quelli (soluti) che, a contatto con un altro liquido (solvente), formano una soluzione. Nella produzione additiva alcuni possono essere utilizzati come BVOH, PVA, ecc. BVOH (Butenediol Vinyl Alcohol Copolymer), come quello di Verbatim, è un filamento termoplastico solubile in acqua per stampanti FFF. Il PVA (alcool polivinilico) è un altro filamento solubile in acqua ampiamente utilizzato nella stampa 3D. Ad esempio, possono essere utilizzati per i supporti delle parti che puoi poi rimuovere facilmente sciogliendoli in acqua.

cibo e biomateriali

Naturalmente, ci sono anche stampanti 3D in grado di stampare oggetti commestibili, con fibre vegetali, zucchero, cioccolato, proteine ​​e altri tipi di nutrienti. Possono essere stampati anche biomateriali per uso medico, come tessuti o organi, anche se questo è ancora in fase di sviluppo. Ovviamente molti di questi biomateriali non sono disponibili in commercio, ma sono realizzati ad hoc per il laboratorio. Inoltre non è comune trovare generi alimentari, anche se stanno diventando sempre più diffusi nei settori della ristorazione professionale.

Calcestruzzo

Infine, ci sono anche stampanti 3D in grado di stampare su materiali da costruzione come cemento o cemento. Questi tipi di stampanti hanno solitamente dimensioni molto grandi, in grado di stampare grandi strutture architettoniche, come case, tra le altre. Ovviamente, questi tipi di stampanti 3D non sono nemmeno destinati all'uso domestico.

Ulteriori informazioni


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

test di ingleseProva il catalanoquiz spagnolo