Kit birra artigianale e idromele - Tutto il necessario per preparare la tua birra e idromele fatti in casa

birra artigianale

I produttori e i fan del fai-da-te di solito realizzano circuiti, mobili e molti altri gadget e sistemi. Ma… puoi fare la birra a casa? La ricetta di questa bevanda può essere hackerata? Bene, dedicheremo questa guida a tutto questo, per vedere quali sono i migliori modelli di kit di birra artigianale così puoi iniziare a prepararlo in casa e modificare le ricette a tuo piacimento. Faremo anche un'introduzione sul idromele e altre bevande fatte in casa. In questo modo sarai il re delle feste, un vero mastro birraio, condividendo le tue creazioni con i tuoi cari...

Dove acquistare il kit birra artigianale

Se vuoi acquistare un kit di birra artigianale, devi sapere che lo puoi trovare in alcuni negozi dedicati a questo tipo di articolo, oppure su Internet tramite piattaforme come Amazon. eccotene alcune prodotti consigliati:

Birra professionale

Per chi cerca qualcosa di più professionale la produzione di birra come impresa, più che per hobby, hanno anche i seguenti articoli:

Nessun prodotto trovato.

Nessun prodotto trovato.

Nessun prodotto trovato.

Nessun prodotto trovato.

Nessun prodotto trovato.

Ingredienti necessari

Se hai già un kit, vendono anche confezioni di ingredienti o ricariche per diversi tipi di ricette:

Dove acquistare il kit idromele

Quanto a kit di idromele, ti consigliamo anche questi altri:

Ingredienti necessari

Se quello che vuoi è materie prime o ingredienti per mead, allora hai questi altri:

Altri articoli per preparare bevande fatte in casa che potrebbero interessarti

a altre bevande Hai anche una serie di macchine, distillatori, alambicchi, ecc., con le quali puoi creare molto di più:

Nessun prodotto trovato.

Altri accessori

Cosa deve avere una birra per essere considerata artigianale?

birra artigianale

Ce ne sono alcuni differenze fondamentali tra birra industriale e birra artigianale che dovresti sapere:

  • Ingredienti naturali: la birra artigianale viene prodotta solo con ingredienti naturali come acqua, lievito, malto (solitamente orzo, anche se si possono utilizzare anche altri cereali come il frumento, ecc.) e il luppolo. Quello industriale, invece, contiene solitamente altri additivi, come conservanti e antiossidanti, oltre ad essere pastorizzato.
  • ricetta: mentre quelle industriali sono elaborate da una ricetta standard cercando che sia praticabile a livello economico, a livello di processi produttivi industriali ea livello di ingredienti, le ricette di birra artigianale sono realizzate in base ai gusti del mastro birraio, anche se questa ricetta è più costosa da produrre.
  • Elaborazione: le birre artigianali sono fatte manualmente, o con alcuni macchinari che possono minimamente aiutare il processo. Nel caso degli impianti industriali, tutto è automatizzato e la partecipazione umana è minima. Inoltre, sono sottoposti a pastorizzazione, dove si possono perdere alcune sfumature.
  • Filtrato: questo processo viene eseguito anche manualmente nell'imbarcazione. Nell'industria viene effettuato attraverso un processo di filtraggio chimico per eliminare i residui. Il problema è che durante questo processo industriale vengono distrutti anche i lieviti e le proteine ​​della birra. Ciò si traduce in un prodotto con meno sapore, aroma e proprietà.
  • Varietà: oltre ad ottenere più sapore e aroma nell'artigianato, c'è anche una maggiore varietà. Nel settore, non c'è quasi nessuna innovazione nelle ricette, poiché cercano prodotti generici di successo che attirino le masse e non i gruppi specifici.
  • Prodotto locale e di prossimità: Molti produttori di birra artigianale vendono solo localmente, nel quartiere, nel paese, nella regione, ecc., con un minor impatto ambientale e senza pregiudicare la qualità del prodotto finale. Tuttavia, i grandi birrifici lo fanno a livello nazionale e internazionale.

Licenza di produzione e vendita

Se vuoi vendere birra, avrai bisogno di ottenere informazioni su i requisiti di produzione e/o vendita di questo tipo di bevande alcoliche e una licenza per farlo legalmente. Inoltre, dovrai anche essere registrato all'attività da svolgere, ed essere aggiornato con l'Agenzia delle Entrate per questa attività.

In Spagna, alcuni dei requisiti necessari per la licenza sono:

  • Ottenere la licenza per produrre birra artigianale (aprire un birrificio artigianale), che è indipendente dalla vendita. Le tipologie di birrificio possono essere:
    • Fattoria o Birrificio artigianale: un'industria su piccola scala per produrre birra e distribuirla localmente.
    • Birrificio: la birra viene prodotta e imbottigliata, oltre a poter essere consumata nello stabilimento stesso.
    • Microservecería: produce birra, ma non viene consumata nella zona, ma viene venduta e distribuita in tutto il paese oa livello internazionale.
  • Compila un modulo per presentare una domanda di licenza per la vendita di birra che di solito viene rivendicata presso il Municipio.
  • Consegnare i permessi di esercizio relativi allo stabilimento dove si svolgerà l'attività.
  • IAE (Imposta sulle attività economiche), nella rubrica dell'attività compatibile.
  • Pagamento della quota per la procedura.

Ma ricorda di controllare con il amministrazioni competenti per maggiori dettagli e consultazioni il BOE.

tipi di birra

tipi di birra

Quanto a tipi di birra che si possono produrre, anche modificando la ricetta a proprio piacimento per darle un tocco molto più genuino e personale, sono:

  • STOCK: è un tipo di birra fermentata utilizzando un ceppo di lievito della specie Saccharomyces Carlsbergensis. Viene fatto a temperature più fredde, tra 7 e 13 ºC, rendendo il risultato un aroma semplice. All'interno di questa tipologia si possono differenziare i seguenti stili:
    • birra chiara: Ha un colore tra il giallo paglierino e l'oro, poiché utilizza malti leggermente torrefatti. Il suo sapore e aroma sono molto delicati.
    • Pilsen: Possono essere incluse nelle lager chiare, ma presentano alcune particolarità. La sua origine è nella città di Pilsen nella Repubblica Ceca, ed è stata prodotta per la prima volta nel 4° secolo. Ha un perfetto equilibrio tra sapori di malto dolce e sapori di luppolo amaro. Per quanto riguarda la quantità di alcol, può variare tra 6-XNUMX% vol.
    • lager ambrata: i malti vengono utilizzati con una tostatura più alta rispetto ai precedenti, conferendo un sapore un po' più dolce e affumicato.
    • birra scura: È originario della Germania. Sono realizzati con malti altamente torrefatti che conferiscono loro un colore ramato o marrone scuro. Il suo sapore è più potente, come pane tostato e cioccolato.
    • Bock: È anche di origine tedesca, con maggior corpo, sapore di malto e amaro molto leggero. Per quanto riguarda l'alcol, può raggiungere il 14%.
  • MA: È un altro stile di birra che utilizza un altro lievito chiamato Saccharomyces cerevisiae. Fermenta a temperatura ambiente, tra 18 e 25ºC. Questo provoca la formazione di sostanze aromatiche fruttate o speziate come esteri o fenoli. Il suo aroma è più complesso.
    • Pale Ale o Pale Ale: sono realizzati con malti pale, con al suo interno una grande varietà, come Caream Ale, Blonde Ale, American Pale Ale, ecc., e possono essere di origine francese, inglese, belga, americana, ecc.
    • IPA (Indian Pale Ale): derivato dall'inglese Pale Ale. Si ritiene che abbiano iniziato a essere prodotti in Inghilterra nel XNUMX° secolo, utilizzando grandi quantità di luppolo. Ciò ha permesso alle botti di birra di resistere a lunghe gite in barca per rifornire le colonie, poiché il luppolo ha proprietà conservanti. In questo caso si possono trovare diversi sottostili.
    • Amber o Red Ale: Usano malti più torrefatti con sapori dolci che ricordano il caramello o il miele. Con varianti di diversi paesi.
    • Birra prodotta con malto marrone o scuroSapore: di origine inglese, dal colore bruno rossastro, con sfumature di sapore dovute all'utilizzo di malti scuri. Potresti notare delle sfumature di nocciola, caramello o cioccolato.
    • Birre d'abbazia: seguono la tradizione birraia delle abbazie belghe del Medioevo. Sono riemerse di nuovo nel XNUMX° secolo e sono prodotte con tre intensità come Doppia, Tripla e Quadrupla (dalla più leggera alla più forte). Hanno molto corpo e tonalità scure nel caso del Doppio e del Quadruplo, leggermente più chiare nel Triplo, dove spiccano tinte dolci e un finale leggermente più secco e amaro.
    • PortiereAle: di origine inglese, più scura e più densa della Brown Ale. Ha sfumature di cioccolato, sia nel sapore che nell'aroma.
    • CorpulentoBirra: È una birra forte, con un colore tra il marrone molto scuro e il nero opaco. Ha molto corpo ed è a basso contenuto di carbonatazione. È ottenuto da malti tostati forti, con sfumature di chicco tostato simili al caffè.
    • birra forteBirra: Sono anche birre corpose con un'elevata gradazione alcolica. Ti invitano a bere lentamente e ad assaporarli come se fossero dei liquori. Potrebbero esserci varianti con sfumature diverse.
    • birre di frumento: la ricetta contiene più del 50% di grano, conferendo un sapore leggermente acido e rinfrescante.
    • Birra acida: Lieviti del genere Brettanomyces e/o batteri Lactobacillus e Pediococcus come quelli che si trovano nello yogurt o nel kefir vengono utilizzati insieme al lievito di birra di base. Molti dicono che assomigli al sidro, anche se con differenze.
    • LAMBICO: Anche se alcuni lo considerano un terzo gruppo o famiglia, insieme alle Lager e alle Ale, altri lo includono nelle Ale. Sono birre a fermentazione spontanea o spontanea, che aprono i fermentatori e permettono loro di essere "contaminati" dalla flora batterica e dai lieviti naturalmente presenti nell'ambiente.

Cos'è l'idromele?

idromele

La idromele o idromele È un tipo di bevanda alcolica che può avere una gradazione compresa tra il 4 e il 18%. Si ottiene dalla fermentazione di una miscela di acqua e miele. I lieviti Saccharomyces vengono utilizzati per la fermentazione, come quello utilizzato nella birra, per velocizzare il processo e avere il prodotto in circa 2 mesi. Se non viene utilizzato il lievito, il processo richiederà molto più tempo.

Su origine risale a molto tempo fa, poiché è considerata la prima bevanda alcolica consumata e si ritiene che fosse un precursore della birra. In Europa veniva bevuto da Greci, Romani, Celti, Normanni, Sassoni e Vichinghi, e in America lo facevano i Maya. Ed è stato menzionato per la prima volta nei versi del Rig Veda, tra il 1700 a.C. e il 1100 a.C.

Questa bevanda è strettamente legata alla mitologia norrena, poiché l'idromele era l'unico alimento del dio Odino. E si diceva che dopo la morte sarebbero andati Paradiso del Valhalla, dove avrebbero potuto bere idromele per il resto dell'eternità.

Quali sono i migliori kit di birra artigianale?

kit birra artigianale

I criteri di acquisto per ottenere il miglior kit di birra artigianale per il tuo caso sono i seguenti:

  • alleviareNota: non tutti i kit di birra artigianale sono pensati per i principianti. Alcuni richiedono conoscenze un po' più avanzate per essere utilizzati. A seconda dell'esperienza che hai, dovresti acquistare un kit che ti assicuri di poterlo utilizzare senza problemi.
  • Accessori: alcuni kit sono più completi di altri, e possono avere le basi (fermentatore, termometro, ecc.) o quelli che vanno oltre utilizzando rubinetti, tubi di riempimento, densimetri, airlock, provette, dispenser, igienizzanti, tappatori per chiudere le bottiglie ecc.
  • Ingredienti- Hai solo bisogno di quattro ingredienti per preparare la birra artigianale, come ho discusso prima. Alcuni kit includono pacchetti di ingredienti facili da usare sotto forma di sciroppo da diluire semplicemente con acqua. Tuttavia, altri li avranno separatamente o dovrai acquistarli separatamente. Tra gli ingredienti necessari ci sono:
    • Acqua: l'ingrediente più abbondante. A seconda della quantità, la qualità può essere modificata. Più acqua, minore è la qualità. Inoltre è importante anche la sua acidità, alcalinità o presenza di minerali, poiché potrebbero alterare il risultato.
    • malto o grano: può essere orzo, frumento, segale, mais, avena o miscele. Nella maltazione, questi chicchi vengono messi a bagno e germinati, quindi essiccati e arrostiti in forno con un grado di tostatura maggiore o minore.
    • luppolo: fornisce oli che conferiscono aroma e sapore alla birra. Più acidi alfa, maggiore è l'amaro. Meno alfa acidi, più sapore e aroma.
    • lievito: è responsabile, per interazione con i suddetti ingredienti, della loro fermentazione per produrre alcol, esteri (aroma) e CO2 (bolle).
  • ConfezioneLa preparazione della birra richiede diversi giorni per la cottura, la preparazione, la fermentazione e l'imbottigliamento. Il kit dovrebbe avere almeno il contenitore per eseguire il processo, anche se non include le bottiglie. I kit di birra artigianale che includono bottiglie sono generalmente da 330 ml o 33 cl, con alcuni fino a 750 ml. Se si beve tra diversi, una più grande può essere un'opzione, ma per il consumo individuale, una più grande può perdere gas quando viene aperta se non viene consumata rapidamente. Più importante è che i bicchieri delle bottiglie siano opachi, per una corretta conservazione.
  • Dimensioni: Ci sono kit essenziali che di solito occupano poco spazio, adatti ad averli in casa. Tuttavia, alcuni per la produzione su larga scala potrebbero essere leggermente più grandi, avendo bisogno di essere installati in spazi più grandi come garage, ecc.

Ricette di birra artigianale

ricette fatte in casa

Ci tante ricette di birra che puoi preparare con il tuo kit birra artigianale, e puoi anche aggiungere qualche ingrediente in più o variare le quantità per adattare la ricetta ai tuoi gusti. In questa tabella hai alcuni esempi delle tipologie che puoi preparare a casa:

Nome Ale birra chiara lieviti selvaggi origine mista
Modello de fermentazione Alta fermentazione. Bassa fermentazione. Fermentazione spontanea. Alta fermentazione.
Temperatura tra 15º e 20º 10 º 18 º A seconda del mastro birraio.
Colore Da molto pallido a nero opalescente. Chiaro.

scuro.

Chiaro.

scuro.

scuro.
Paese d'origine Inghilterra. Repubblica Ceca Belgio. Informazioni non trovate.

Se desideri ricette più dettagliate, Devi sapere che i kit stessi di solito hanno già indicazioni di elaborazione con tempi, pesi, ecc. Ma ci sono anche alcune comunità su Internet in cui vengono condivise ricette collaudate. Ci sono anche alcune aziende che hanno creato i propri kit per realizzare le proprie ricette.

È importante notare che il sapore non è fornito dal kit, ma piuttosto da voi che modificate la ricetta. Naturalmente, una raccomandazione è ir che punta a tutti i valori di processo di produzione per migliorare la ricetta. Ad esempio, abbassare o aumentare l'acidità, l'amarezza, ecc.

Come fare la birra artigianale

ricetta birra artigianale

Fare la birra in casa non è poi così complicato grazie a questi kit e a tutte le informazioni in rete. Prima di iniziare il processo, vediamo quali sono gli utensili di cui avrai bisogno (se non sono già presenti nel kit):

  • Molino: per macinare il malto, non dovrebbe essere speciale, qualsiasi può funzionare. Non usare quello che usi per la cottura al forno o per il caffè, poiché può aggiungere sapore di altri ingredienti alla birra.
  • Pentola di macerazione: Serve per macerare gli ingredienti. Dovrebbe avere una parte superiore e inferiore per la filtrazione.
  • sacco di macerazione: dove si introduce il malto e si fa il mosto.
  • batteria di raffreddamento: è un tubo a forma di sorgente, come quello degli alambicchi, attraverso il quale circola acqua fredda per aiutare ad abbassare la temperatura del mosto.
  • Sterilizzatori: La sterilizzazione è molto importante affinché altri microrganismi non rovinino il processo di fermentazione.
  • Cubetti di fermentazione: Hanno un coperchio e un foro a tenuta stagna, per far riposare la birra fino a quando lo zucchero presente non si trasforma in alcol per fermentazione.
  • imbottigliatore: Di solito è un semplice tubo o qualcosa di più complesso. Ti aiuterà a imbottigliare questa bevanda.
  • Flaconi opachi sterilizzati: per imbottigliare la birra una volta terminata la produzione.
  • chiusura: Possono essere tappi monouso, o altre chiusure per flaconi. Una buona tenuta è importante per la conservazione e che non perdano gas.

Per quanto riguarda il processo produttivo, dovresti attenerti al manuale del produttore o alle istruzioni del kit che hai acquistato, in quanto potrebbero esserci delle leggere variazioni. Ma, a livello generale, i passaggi per fare la birra fatta in casa sono:

  1. Rettifica: bisogna macinare i chicchi di malto se non sono macinati.
  2. Macerazione: il malto macinato viene mescolato con l'acqua e lasciato macerare.
  3. Bollito: il mosto si ottiene facendo bollire il composto precedente e aggiungendo il luppolo.
  4. fermentazione: E' la fase più critica e importante, quella in cui si aggiunge il lievito al mosto e si iniziano a produrre le bollicine e l'alcol.
  5. Imballaggio: è il processo finale una volta ottenuta la birra, viene imbottigliata e conservata.

Come fare l'idromele passo dopo passo

kit di idromele

Per la produzione di idromele o idromele non avrai bisogno di troppe attrezzature. Lo básico produrre la propria bevanda è:

  • Bottiglia di fermentazione di circa 5 litri, meglio se in PET o in vetro.
  • Airblock per bolle.
  • Termometro per controllare la temperatura.

Tutti questi accessori sono solitamente inclusi nei kit di idromele o nei kit per la produzione di idromele. Alcuni includono anche il miele e il lievito necessario. D'altra parte anche è essenziale che tu abbia:

  • Detergente/sterilizzante
  • miele di qualità
  • lievito per idromele
  • acqua di qualità
  • Frutta (facoltativa, per insaporire la ricetta)

Ora, se hai già tutto, a produci il tuo idromele Avrai solo bisogno di spazio in casa ed esegui i seguenti passaggi (alcuni kit potrebbero avere delle particolarità, segui sempre i consigli del produttore):

  1. Mescolare il miele con l'acqua in un contenitore, come la caraffa o il secchio utilizzato.
  2. Aggiungete il lievito e se volete qualche tipo di frutta a pezzi o aromatizzata. Ad esempio, puoi usare l'uvetta.
  3. Posizionare l'Airlock per chiudere il contenitore. Grazie ad esso, i gas potranno fuoriuscire, ma senza l'ingresso di contaminanti.
  4. Lascia agire il lievito convertendo lo zucchero in CO2 e alcol.
  5. Una volta terminata la fermentazione, l'idromele passa dal contenitore all'altro, lasciando il sedimento che si è formato.
  6. Conservare il risultato per almeno 2 mesi in un luogo buio.
  7. Bottiglia ed etichetta.

Ricorda, è molto importante pulizia e sterilizzazione, oppure sarà contaminato e la fermentazione sarà rovinata e potrebbe anche essere pericoloso per la salute se i passaggi non sono stati rispettati. E non dimenticare che, come altre bevande alcoliche, anche l'idromele migliora nel tempo...


Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.