FLYPI, microscopio Open Source basato su Rasperry Pi per € 100

FlyPi

Squadre scuole e centri educativi con il strumenti adatti per laboratori è qualcosa che è molto costoso. Questo fatto rappresenta un ostacolo all'insegnamento per quei centri che non hanno le risorse necessarie per farlo. La maggior parte della le scuole di tutto il mondo non hanno accesso ad attrezzature scientifiche che può essere utilizzato per l'insegnamento, la formazione e la ricerca.

Ora, tuttavia, grazie a uno studio dei ricercatori dell'Università di Tubinga in Germania e dell'Università del Sussex nel Regno Unito, un alternativa a basso costo utilizzando la stampa 3D e microcomputer.

Il progetto di ricerca, che è stato recentemente pubblicato sulla rivista Plos Biology, descrive in dettaglio come un team di neuroscienziati sia stato in grado di utilizzare la stampa 3D e microcomputer per creare un microscopio a basso costo e un sistema di imaging che potrebbe essere implementato nelle scuole e nei laboratori di tutto il mondo. .

Chiamato FlyPi, il progetto è completamente open source e può essere realizzato per un minimo di € 100 ($ 116). Rispetto alle apparecchiature di laboratorio standard, che possono costare più di migliaia di dollari.

El FlyPi incorpora una serie di Parti stampate in 3D, un microcomputer Raspberry Pi e una serie di circuiti elettronici a basso costocome LED e webcam. Una volta assemblato, può essere utilizzato per diverse applicazioni di laboratorio, compresi l'optogenetica (controllo delle cellule con la luce), studi comportamentali per piccoli animali (moscerini della frutta, larve di pesce zebra, per esempio).

Tom Baden, neuroscienziato dell'Università del Sussex, e André Maia Chagas, autore principale dello studio, hanno spiegato: "Devi solo visitare molte università del mondo. Continente africano, per vedere che l'attrezzatura dei centri è carente. Ci sono microscopi, ma ci sono molte più persone che microscopi «.

El progetto ancora è in a fase iniziale e sono necessari ulteriori sviluppi per scoprire quali parti di un microscopio e di un sistema di imaging potrebbero essere sostituite con parti più economiche e alla fine hanno scoperto che cose come LED e webcam potrebbero funzionare al posto delle parti tradizionali più costose.

Durante la progettazione del FlyPi, gli scienziati si sono ispirati al Comunità Maker, che da anni utilizza la stampa 3D, microcontrollori e microcomputer come risorse. Questa filosofia ha permesso la creazione di molte alternative a basso costo a dispositivi e strumenti costosi.

Anche Baden e la sua squadra hanno scelto di mantenere la loro indagine completamente aperta, il che significa quasi chiunque può replicare il tuo modello di microscopio. "È uno sforzo guidato dalla comunità", ha detto. Più persone partecipano, migliori saranno i design che otterremo «.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.